SIMONE FISSOLO

F-News: Eventi a Torino, libri, Disability Manager, nuovi spazi museali

I PROSSIMI EVENTI A TORINO

Un fermento continuo, qui in città!

Oggi comincia il Salone del Libro, una fiera, un evento, una kermesse: di tutto e di più per questo appuntamento tipicamente torinese dedicato ai libri, alla letteratura e agli incontri con gli autori e le autrici.
Il tema di questa edizione è “Cuori Selvaggi”.
Da oggi, 19 giugno, al 23.

Sabato 21 maggio passeranno gli atleti del Giro d’Italia, partendo da Santena e arrivando a Torino.
A questo link puoi trovare le informazioni sulla viabilità per quel giorno.

Il Festival dell’Economia si terrà, invece, dal 31 maggio al 4 giugno.
Diretto da Tito Boeri, il festival tratterà temi di merito, diversità e giustizia sociale in una molteplicità di spazi e di luoghi.
Per leggere il programma delle 160 iniziative puoi seguire questo link.

Dal 4 al 9 giugno si svolgeranno in città anche i XXXVII Giochi Nazionali Estivi Special Olympics.
I giochi sono dedicati alle persone con disabilità intellettive e coinvolgeranno oltre 3000 atleti provenienti da tutta Italia. Le discipline sportive sono 20.
L’hashtag per seguirli sui social è #TorniamoInCampo e infatti si tratta della prima edizione  in presenza dopo il lungo periodo di distanziamento causato dalla pandemia.
Tutte le informazioni a questo link.

E per chi ama la magia e la prestidigitazione, dal 26 al 29 maggio ci sarà Masters of Magic, la convention del mondo della magia che vedrà un cast internazionale.
Leggi di più cliccando qui.

Molte sono le attività a cui partecipare, a dimostrazione che Torino è davvero piena di energia e di opportunità per ricominicare a ripercorrere una strada entusiasmante.
Buon divertimento, quindi. E buona partecipazione!


A PROPOSITO DI LIBRI

Sapevi che ne ho scritto uno?
Si tratta di un libro di interviste che non è solo un libro di interviste ma un viaggio attraverso Torino.
Quattro domande identiche per ciascuno dei 32 protagonisti, altrettanti punti di vista sulla città, sul suo presente e sul suo futuro: questo il tema di “Una direzione per Torino”, pubblicato con Il Pennino.
Un lavoro che è stato prima di ideazione, quindi di realizzazione e infine di analisi. Con “Una direzione per Torino” non mi sono limitato a dare la parola a 32 voci autorevoli della nostra città, ma ho provato a tirare le fila, ad arrivare a una sintesi.
Se raggiungi il Salone del Libro potrai trovare la copia cartacea presso lo spazio Editori del Piemonte, dove la casa editrice Il Pennino propone le sue pubblicazioni, tra cui proprio “Una direzione per Torino”.

Se invece preferisci la versione digitale, puoi trovare l’ebook a questo link.


DISABILITY MANAGER

Il 6 maggio in IV Commissione (Sanità e Servizi Sociali) abbiamo affrontato il tema della nomina del Disability Manager, la figura deputata all’attuazione della convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità, promuovendo i loro diritti e la loro piena partecipazione alla vita attiva della comunità.
Si tratta di un ruolo cruciale per una metropoli che voglia definirsi giusta.
Ti avevo già accennato, qualche newsletter fa, di aver presentato un atto per chiedere delle modifiche migliorative del regolamento per la nomina di questa figura. Nel frattempo i lavori sono andati avanti, l’atto è stato affrontato in Commissione e licenziato per il Consiglio, per essere votato a breve in Sala Rossa.

Cliccando qui puoi leggere il post in cui spiego i passaggi e i motivi delle modifiche.


NUOVI SPAZI MUSEALI

A Torino hanno aperto le Gallerie d’Italia, a Palazzo Turinetti di Pertengo, in Piazza San Carlo 156.
La nuova sede museale è uno spazio interamente dedicato alla fotografia e alla video arte e lo storico palazzo è stato trasformato grazie a un’opera di ristrutturazione guidata dalle nuove esigenze: apertura al pubblico, tutela e conservazione delle opere d’arte, sostenibilità e accessibilità.
Perché te ne parlo? Perché quando si interviene in un palazzo storico i lavori devono rispettare alcuni processi di autorizzazione: in questo caso, a gennaio 2022 la Sala Rossa aveva approvato all’unanimità la deliberazione relativa a una modifica del progetto delle Gallerie d’Italia, votando per la realizzazione di un portico di colonne in legno che fosse in continuità architettonica con il già esistente colonnato in marmo.
A questo link trovi il comunicato stampa del Comune, in cui viene spiegato tutto.